Asia,  Cina,  Consigli di viaggio

24 h a Shangai: cosa vedere

24 ore non sono un tempo sufficiente per godere appieno di questa immensa metropoli ed immergersi nei suoi ritmi frenetici e inebrianti, ma se è questo il tempo che avete a disposizione, con una buona organizzazione e la giusta frenesia potrete farlo fruttare al meglio.

Detto ciò, eccco le cose che a mio parere non potete proprio perdere a Shangai:

TEMPIO DEL BUDDA DI GIADA

Il nome del tempio è dovuto alla statua di Budda interamente intagliato nella  giada custodita in uno dei padiglioni e proveniente dal Myanmar. Non si tratta certo di uno dei templi più belli che vi capiterà di vedere, ma vistare quest’oasi di pace disperso tra i grattacieli di questa immensa metropoli fa decisamente il suo effetto.

CHINATOWN

E’ il centro antico della città, oggi completamente ristrutturato dove divertirsi a girovagare tra sale da tè e antiche farmacie di medicina tradizionale cinese, negozi di seta, porcellana e souvenir. Qui si trovano anche i Giardini del Mandarino Yu, costruiti nella seconda metà del 1500 seguendo meticolosamente le regole del Feng Shui.

PUDONG

Vista dal 118° piano della Shangai Tower
Shangai Tower

Il Financial district di Shangai può tranquillamente competere con quello delle più grandi metropoli del mondo per imponenza. Qui sorgono i grattacieli più alti della città tra cui la Pearl Tower, lo Shangai World Financial Center e  la Shangai Tower che con i suoi 632m d’altezza è attualmente il secondo grattacielo più alto al mondo. Non perdetevi la possibilità di salire al 118 piano di questo edificio da cui è garantita una splendida vista della città di Shangai a 360°.

PEOPLE’S PARK

Se vi doveste trovare a Shangai nel weekend potreste trovare molto interessante fare una passeggiata in questo parco dove si svolge un’usanza piuttosto curiosa: qui i genitori di uomini e donne non sposati espongono veri e proprio identikit dei propri figli rendendo noto lo stipendio annuo, il lavoro svolto, l’altezza e varie altre caratteristiche con la speranza di trovare un partner papabile.

In Cina infatti c’è ancora una cultura molto tradizionalista in merito al matrimonio: tutti coloro che dopo i 28-30 anni non sono ancora sposati vengono etichettati come leftover (avanzi) e più vanno avanti con gli anni, più sarà difficile per loro trovare la propria dolce metà. Per cercare di “rimediare” alla negligenza dei propri figli, i genitori si sostituiscono efficacemente alle più moderne app di dating per maritare la propria prole e realizzare il proprio sogno di diventare nonni.

NANJING ROAD

Si tratta della via commerciale più famosa di Shangai, che di sera si accende delle centinaia d’insegne di negozi e centri commerciali che la illuminano a festa.

Non fermatevi però solo alla via principale, ma incamminatevi in una delle piccole vie laterali di Nanjing road per ritrovarvi nei The Alleys, stretti vicoli circondati da bassi palazzi in netto contrasto con i colori e le luci della via principale. Si tratta di una sorta di corrispettivo degli Hutong pechinesi: anche gli alleys sono infatti sede di vecchie case popolari che tuttavia hanno un aspetto più decadente rispetto agli hutong.

Qui le famiglie vivono in piccolissimi appartamenti che non sono nemmeno forniti di bagni; gli abitanti sono infatti abiatuati ad usare dei bagni pubblici condivisi dalle famiglie del quartiere.

THE BUND

Esattamente alla fine di Nanjing road vi ritroverete nel quartiere coloniale di Shangai, con eleganti palazzi in stile europeo. Il Bund è posizionato esattamente di fronte al distretto di Pudong, ed è quindi il luogo ideale dal quale fermarsi ad ammirare il celebre e luminoso skyline, che a mio parere supere in bellezza anche il celebre skyline di Manhattan.

Mi raccomando non tardate troppo per vedere questo spettacolo poichè le luci restano accese solo fino alle 23.00.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.